T

 

 

tabac (mi tabchi, tabact) - intr. 1. fiutare tabacco, fumare. 2. come tapasci.

tabch - sm. tabacco, trinciato: tabch de prma = tabacco di prima qualit.

tabachra (tabachri) - sf. tabacchiera.

Di legno, era usata per contenere il tabacco da fiuto (pi che per quello da pipa).

tabachn - sm. tabaccaio.

tabalri - sm. sciocco, sempliciotto, babbeo.

tabla (tabli) - sf. tabella, lavagnetta.

tca (tchi) - sf. tacca, incisione (per lo pi su legno): i tchi de la stgia = le tacche della stadia.

Particolare la tca che si faceva sull'orecchio di un agnello per il suo riconoscimento (cfr. ńda).

tac (mi tchi, tact) - 1. tr. e intr. incominciare: de tac a fa vergta = devo incominciare a far qualcosa. 2. intr. attaccare, appiccicare. 3. intr. appiccarsi: el fch l' tact = il fuoco si acceso. 4. intr. attecchire, prender piede, radicarsi: ms gi quarnta piantni; i tacdi tǜti = ho piantato quaranta piantine e sono tutte attecchite, la nf la tca = la neve comincia ad accumularsi. 5. intr. e tr. propagarsi, diffondersi di una malattia contagiosa; trasmettere una malattia: el m' tact la fura = mi ha trasmesso la febbre, malgn che tca = malanni contagiosi. 6. intr. abboccare: i ps i tca sta dumn = questa mattina i pesci abboccano || tac f́ tr. pubblicare, affiggere un avviso, un manifesto o gli annunci matrimoniali || tac gi (CA) - gi (CH) intr. attaccarsi sul fondo o sulle pareti, riferito a cibo che si attacca al recipiente di cottura || tac l tr. 1. aggiungere. 2. mettere al fuoco: tac l la pulnta = iniziare a preparare la polenta || tac nsma (CA) - 'nsma (CH) tr. unire || tac sta (CA) - sta (CH) tr. aggiogare un animale al carro || tac sǜ 1. tr. appendere. 2. intr. marinare la scuola | tac s de lav gi = 1. dedicarsi ad altro dopo un fallimento, voltar pagina. 2. cercare pretesti per litigare | tac s 'l capl = andare ad abitare nella casa della moglie (facendo un matrimonio vantaggioso) || tacs 1. intr. pron. attaccarsi, appigliarsi: tacs a tt = appigliarsi a tutti i pretesti. 2. intr. pron. affezionarsi. 3. rifl. recip. azzuffarsi, litigare || tacs sta (CA) - sta (CH) rifl. recip. azzuffarsi || tacs sǜ rifl. impiccarsi - cfr. tact.

tacabrghi - sm. attaccabrighe.

tacadsc (tacadscia-tacadsci) - agg. attaccaticcio, vischioso, tenace; importuno, insistente, ostinato.

1) tacgn (tacgna-tacgni) - agg. (e s.) taccagno, spilorcio, avaro; meschino, gretto.

2) tacgn (CA) - sm. sing. bardana maggiore (Arctium lappa L.) / CH bardna.

Erba simile all'ortica, che per non punge; produce una bacca verde, chiamata pure tacgn, che si attacca con facilit ai vestiti; si divertivano i ragazzi a buttare queste palline addosso ai compagni.

tacapgn - sm. attaccapanni.

tact (tacda-tacdi) - agg. devoto, affezionato: stu s'ct l' tact al nnu = questo ragazzo affezionato al nonno || tact gi (CA) - gi (CH) agg. piovoso, perturbato, senza squarci di sereno all'orizzonte || tact sǜ agg. oberato dalle preoccupazioni, dagli impegni (p.p. di tac).

tch - sm. tacco delle scarpe | bat i tach = fuggire, scappare, svignarsela.

tachgn (tachgna-tachgni) - agg. come tacadsc.

tachnc (tachncia-tachnci) (CH) - tachnsc (tachnscia-tachnsci) (CA) - agg. come tacadsc.

tachnt (tachnta-tachnti) - agg. come tacadsc.

tachn - sm. tacchino.

tacgn (CA) - tacgn (CH) - sm. rattoppo fatto in qualche modo, alla buona.

tacugn (mi tacgni (CA) - mi tacgni (CH), tacugnt) - tr. rattoppare, mettere toppe e pezze un po' alla buona su vestiti o scarpe.

tacugnda (tacugndi) - sf. 1. come tacgn. 2. lavoretto poco impegnativo.

tacun - sm. taccuino; almanacco, calendario.

ti - sm. taglio, ferita, incisione: me su fac en ti en de 'n dit = mi sono prodotto una ferita in un dito | dghen en ti! = finiscila! || dim. tait (CA) - tait (CH).

tia (ti) - sf. taglia, tassa; imposta sui terreni: pag la tia = pagare le tasse sulle propriet terriere, se rma sci gnnca de pag la tia = non si produce nemmeno il necessario per pagare limposta dovuta.

Nell'economia delle famiglie contadine del passato l'imposta fondiaria costituiva un gravame non indifferente.

tai (mi ti, tait) - 1. tr. tagliare | tai i pagn ads = parlare molto male di qualcuno | tai i gmbi = tagliar le gambe, ostacolare con successo, indebolire | tai la crda = svignarsela, scappare. 2. intr. cambiar strada, prendere una scorciatoia, deviare. 3. intr. essere affilato, tagliente || tai f́ tr. 1. recidere: tai f l'rba = falciare l'erba, tai f 'na pinta = abbattere una pianta. 2. ritagliare (una figura da una pagina, la stoffa per un vestito) || tai gi (CA) - gi (CH) tr. affettare || tai sǜ tr. fare a pezzi, tagliuzzare, sminuzzare: tai s la lgna = tagliare legna - cfr. tait.

taida (taidi) - sf. tagliata, taglio: fa 'na taida de lgna = fare un taglio di piante per ricavare legna, fas 'na taida en de 'na man: procurarsi un taglio in una mano.

taiadn - sm. 1. tagliatelle, pasta lunga a strisce fatta in casa (pi frequente al plurale). 2. raro per pizcher.

tait (taida-taidi) - agg. furbo, scaltro (p.p. di tai).

tl (ti, tla-tli) - 1. agg. indef. tal, tale. 2. pron. indef. tale (cfr. quàl).

tamanch - sm. stupido, sciocco, sprovveduto.

tamzi - sm. sempliciotto, uomo grande e grosso e poco avveduto.

tambrlu (tambrli) (CA) - tambrlu (tambrli) (CH) - sm. sciocco, cretino, gonzo.

tambǜr - sm. tamburo.

tambǜs - sm. sciocco, stupidotto; sordastro.

tna (tni) - sf. tana, ricovero di animali selvatici.

tanani - sm. 1. stupido, sempliciotto. 2. oggetto di poco conto (ad esempio articoli di bigiotteria): csa i sti tannai tact gi? = cosa sono queste cianfrusaglie appese? (riferito a collane, orecchini etc.).

tnega - inter. certo! credo bene! (esclamazione di valore confermativo).

tnf - sm. tanfo, cattivo odore, odore di chiuso e di stantio.

tnt (tnc (CH) - tnsc (CA), tnta-tnti) - 1. agg. indef. tanto, molto: vch tanc sldi = avere tanti soldi, fa mga tnti stri = non fare tante storie 2. pron. indef. tanto: ghe n tansc = ce ne sono tanti | fan mga tnti = non insistere, non far tante scene | cun tant de = con tanto di 3. avv. tanto, molto, assai: el stǜdia mga tant = non studia molto, i laurt tant che i st p 'n p = hanno lavorato tanto che non si reggono pi in piedi | tant per cambi = tanto per cambiare | na vlta tant = una volta tanto. 4. cong. tanto (con valore conclusivo, di rassegnazione): gh'el dumndi gna p, tant el respnt mga = non glielo chiedo pi, tanto non risponde. 5. sm. sing. tanto: en tant al ms = una certa cifra ogni mese | en tant al tch = in modo approssimativo.

tntu - avv. come tant-3 (davanti ad aggettivo): i ra tntu tansc che = erano cos numerosi che, l tntu bla che = tanto bella che, l stac tntu stǜpet de = stato tanto stupido da

tp - sm. 1. tappo. 2. ganascia: tap de la sra = ganascia del freno del carro.

1) tapda (tapdi) - sf. come tapascida.

2) tapda - sf. sing. specialit al gioco delle bocce.

Consiste nel colpire al volo la boccia posta dietro al pallino; il campo pu essere meno curato di quello tradizionale

tapasci (mi tapsci, tapascit) (CH) - intr. camminare a passo molto svelto; allontanarsi in fretta, svignarsela, andarsene di soppiatto.

tapascida (tapascida) - sf. lunga e frettolosa camminata.

tap - sm. tappeto || dim. tapetn (CH) - tapitn (CA) - cfr. tapetn.

tapel (mi tapli, tapelt) - intr. come tapasci.

tapetn (CH) - sm. zeppa, piccolo cuneo in legno (dim. di tap) / CA tapitn.

tapinda (tapindi) - sf. come tapascida.

tapitn (CA) - sm. vedi tapetn (CH).

taputn - sm. tapino, miserello (per lo pi in senso bonario e vezzeggiativo): pr taputn = povero piccolo.

tar (mi tri, tart) - tr. rimestare, muovere (con un mestolo, un mattarello o con qualsiasi altro oggetto): tar la pulnta = rimestare la polenta, tar la quagida = rimestare la cagliata || tar sǜ tr. (con lo stesso significato) || tarch nt intr. intrigare, sfruttare una situazione poco chiara: en de sti mest el ghe tra int = in questi affari sa maneggiare.

tarabǜsi - sm. stupidotto, tonto.

tarda (tardi) - sf. 1. rimescolata. 2. piccolo lavoro di nessun impegno: fa d u tr tardi = fare due o tre lavoretti.

taradl (taradi) - sm. stupidotto, tonto, sciocco.

targna (targni) - sf. polenta preparata con burro e formaggio (cfr. pulnta) || dim. taragnn sm.

taraguti - sm. sciocco, tonto.

tari - sm. mestone, matterello per rimestare la polenta.

taraldn - sm. stupido, tonto.

taramt - sm. deficiente, povero diavolo.

tardf (tardva-tardvi) - agg. tardivo (riferito a frutti o messi che maturano a tarda stagione).

tardiv (mi tardvi, tardivt) - intr. ritardare, arrivare in ritardo.

tarl (tari) - sm. randello, bastone per picchiare.

tarelda (tareldi) - sf. bastonata.

tarlec (mi tarlchi, tarlect) - intr. blaterare, dire cose senza senso.

tarlch - sm. scemo, stupido, sprovveduto.

tarz - sm. pl. raro per maǜsc o rustt.

tartai (mi tarti, tartait) - intr. tartagliare, balbettare (sin. beteg).

tartaida (tartaidi) - sf. discorso incomprensibile e sconclusionato.

tartain - sm. tartaglione.

tartful (tartfui) (CA) - sm. patata / CH tartǜful.

tartiful (CA) - sm. pianta della patata; persona dura di comprendonio, uomo che vale poco / CH tartful.

tartǜful (tartǜfui) (CH) - sm. vedi tartful (CA).

tartful (CH) - sm. vedi tartiful (CA).

tarsci (mi tarǜsci, tarscit) - intr. lavoricchiare, fare lavoretti di poco impegno; pasticciare.

tarscida (tarscidi) - sf. 1. lavoro di poco conto e poco impegnativo (o eseguito in forma approssimativa): fac en per de tarscidi = ho fatto alcuni lavoretti di poco conto. 2. intrigo, maneggio, operazione poco chiara.

tarutn - sm. stupido, sempliciotto, sprovveduto.

taruzda (taruzàdi) - sf. come tarscida.

tas (mi tsi, tasǜt) - intr. tacere, non parlare: mt a tas = mettere a tacere | tas che = meno male che (detto quando una situazione improbabile e positiva si sta verificando) || tas gi (CA) - gi (CH) - intr. (con lo stesso significato): el völ prpi mga tas gi = non vuol proprio tacere.

tast (mi tsti, tastt) - tr. 1. tastare: tast 'l puls = tastare il polso | tast 'l tern = tastare il terreno = cercare di conoscere il pensiero e le intenzioni di qualcuno per trarne vantaggio. 2. assaggiare: tast la pulnta = assaggiare la polenta, tast de (la) sal = assaggiare un cibo per verificare se il sale stato messo in giusta misura.

tastaŕl (tastaŕi) - sm. assaggio, piccola quantit da assaggiare.

tastn - sm. solo nell'espressione and a tastn = andare a tastoni, a tentoni, al buio; fare tentativi.

tul (tui) - sm. tavolo.

tula (tuli) - sf. 1. tavola, asse di legno || dim. taulta (CA) - taulta (CH) - cfr. taulta (CA) - taulta (CH). 2. tavola imbandita, mensa. 3. tavola (misura locale di superficie) (cfr. prtega). 4. tratto, porzione di vigna (cfr. runcht).

taulda (tauldi) - sf. tavolata, tavola piena di commensali.

taulta (taulti) (CA) - taulta (taulti) (CH) - sf. tavoletta: taulta de cicult = tavoletta di cioccolato (dim. di tula).

tavn - sm. tafano; moscone fastidioso.

tza (tzi) - sf. tazza || dim. tazna.

taz (mi tzi, tazt) - intr. avere l'abitudine di bere smodatamente.

te - 1. pron. pers. (con funzione di complemento oggetto o di termine) ti, te: te pchi = ti picchio, te du = ti do, te la prti mi = te la porto io. 2. particella pronominale ( utilizzata davanti alla seconda persona singolare dei verbi, accompagnando ti che pu essere anche sottinteso): ti te mnget = tu mangi, se te 'l trvet, tgnel = se lo trovi, tienilo.

tc - sm. tetto: sta, mt a tc = stare, mettere al riparo, sotto un tetto.

tca (tchi) - sf. colpo, botta, urto: ciap na tca = ricevere un colpo.

tcia (tci) - sf. tettoia | a tcia = al coperto || dim. tecil sm.

teci (mi tci, tecit) - tr. coprire con un tetto.

tegn (mi tgni, tegnt/tegnǜt) (CH) - 1. tr. tenere, trattenere; reggere | tegn bun = 1. usare modi e atteggiamenti cortesi idonei ad accattivarsi la benevolenza di qualcuno, per trarne dei vantaggi. 2. ritenere buono e valido un documento. 3. conservare un oggetto (per poterlo riutilizzare) | tegn l'ra = trattenere una bolla d'aria (riferito a un condotto) | tegn de part = tenere da parte, risparmiare | tegn de cnt = risparmiare, non sciupare, conservare con cura. 2. tr. contenere, essere capiente: stu sedl el tgn ds ltri = questo secchio tiene dieci litri. 3. intr. tenere, essere a tenuta stagna (per lo pi riferito a contenitori dogati): sta brnta la tgn, la prt gna 'na gta = questa brenta tiene, non perde nemmeno una goccia. 4. intr. concepire, essere fecondato (riferito agli animali): la vca l' tegnǜt = la mucca si ingravidata. 5. tr. occupare: te tgnet tt el pst ti = tu solo occupi tutto il posto || tegn gi tr. fare una ritenuta su una riscossione, un pagamento | tegn gi 'l ms = stare in collera | tegn gi gnnt = non saper serbare alcun segreto || tegn sǜ tr. 1. sorreggere. 2. tenere in grande considerazione | el ghe tgn smpri s la resn = fa valere sempre le sue ragioni, lo protegge sempre || tegn sta tr. avere come dipendente || tegn va tr. 1. tenere lontano. 2. mettere da parte, risparmiare || tegnch intr. 1. tenerci, avere a cuore: el ghe tgn ài s net = i suoi nipoti gli sono molto cari. 2. parteggiare per qualcuno, fare il tifo per una squadra: mi ghe tgni a l'Inter = io tifo per l'Inter || tegnch dr intr. stare dietro, mantenere la distanza; seguire le orme || tegns rifl. tenersi, trattenersi, controllarsi, dominarsi: tegns de bf vin = trattenersi dal bere vino || tegns sǜ rifl. prendersi cura di s (per mantenersi in buona salute) / CA tign.

tegnn (CH) - sm. avaro, spilorcio, risparmiatore / CA tignn.

ti - sm. tiglio.

tla (tli) - sf. tela, tessuto di vario tipo.

tel - sm. 1. telaio (per la tessitura, ad esempio dei pezzotti di Arigna). 2. telaio, struttura (di una finestra, una porta, unautomobile etc.).

teln - sm. telone; grande telo impermeabile.

tmp - sm. 1. tempo; stagione, periodo | al tmp de Crlu Cdega = anticamente (scherzoso). 2. tempo, condizione meteorologica: brt tmp = brutto tempo | (vch) tmp a = per quanto, anche se: tmp a fa e tmp a di che... = per quanto si faccia o si dica..., gh' tmp a ciam che 'l me respnt mga = per quanto io continuamente chiami, non mi risponde.

tempegi (el tempgia, tempegit) - intr. fare brutto tempo: se 'l tempgia mga sta sra finsi = se non fa brutto tempo questa sera finisco.

tempest (1: el tempsta; 2: mi tempsti, tempestt) - 1. intr. grandinare | (prov.) el tempsta mga 'n dagn de tc = non tempesta a danno di tutti = in molte circostanze brutte, difficili e scabrose, c' sempre qualcuno che trae vantaggio. 2. tr. aggredire con continue richieste: el me tempsta de dumndi = mi assilla con continue domande.

tempsta (tempsti) - sf. grandine, grandinata.

tempestda (tempestdi) - sf. grandinata.

tempurl (tempuri) - sm. temporale.

tempurn (tempurna-tempurni) - agg. precoce, primaticcio, che matura presto: patti tempurni = patate novelle.

tmul (tmui) - sm. temolo (pesce dacqua dolce).

tenia (teni) - sf. tenaglia.

1) tnc (mi tngi, tengiǜt) (CH) - tr. tingere / CA tnsc.

2) tnc (tncia-tnci) (CH) - agg. tinto, colorato di nero; molto sporco, sporco di fuliggine | la ps bla l' tncia 'n de 'l nas = la pi bella sporca sul naso (scherzosamente rivolto a un gruppo di ragazze, che, a quel punto, si toccano il naso e si domandano: mi?) | la Ppa tncia = la donna di picche nel gioco delle carte (e, in particolare, semplice gioco di carte in cui questa carta ha valore fondamentale) / CA tnsc.

tnda (tndi) - sf. tenda.

tndru (tndri, tndra-tndri) - agg. tenero, molle.

tennt - sm. tenente.

tenevla (tenevli) - sf. succhiello, trapano per il legno.

tns - sm. (e agg.) zona di boschi vincolata nel taglio e nel pascolo.

Praticamente tutta la zona del versante del Dalico che guarda verso Castionetto era sottoposta a questo tipo di regime.

1) tnsc (mi tngi, tengiǜt) (CA) - tr. vedi tnc-1) (CH).

2) tnsc (tnscia-tnsci) (CA) - agg. vedi tnc-2) (CH).

tnt (mi tndi, tendǜt) - intr. attendere, badare, prestare attenzione: ṕdi mga tnt a tt = non posso badare a tutto.

tent (mi tnti, tentt) - tr. tentare, provare; indurre in tentazione.

tenǜda (tenǜdi) - sf. 1. tenuta agricola, fattoria di vasta estensione. 2. tenuta, divisa.

tpa (tpi) - sf. discolo, birbante.

tra (tri) - sf. 1. terra, terreno; propriet terriera: la tra de... = la propriet agricola di...; el gh' 'n bl p de tra = ha molti terreni (sin. rba). 2. pianeta Terra: l' 'na rba che la sta gn 'n cl gn 'n tra = una cosa straordinaria che non sta n in cielo n in terra | tr a tra = buttare a terra, abbattere, deprimere.

terza (terzi) - sf. terrazzo, terrazzamento.

tern - sm. terreno; appezzamento (sin. sit).

terest - sm. individuo tonto e sempliciotto.

trmen (CA) - trmen (CH) - sm. 1. termine, limite: la vca la gh' 'l trmen el vintt de utri = la mucca dovrebbe partorire il 28 ottobre. 2. confine tra due propriet terriere; elemento che segnala i confini di propriet.

Quando il confine non era segnato da elementi naturali o facilmente individuabili, come un corso d'acqua, una strada, un muro o altro, era indicato appunto con il trmen che consisteva in un sasso un po' piatto ed appuntito fissato verticalmente nel terreno, sulla linea divisoria, tenuto ritto da due sassetti, completamente interrati, posti a fianco, che erano detti testimni.

trs (1: trsa-trsi) - 1. agg. num. ord. (e s.) terzo | el trs = il fieno di terzo taglio | la trsa del ms = la terza domenica del mese (un tempo celebrata con particolari funzioni) | el sna de la trsa = le campane stanno suonando per la terza volta (a richiamare la gente in chiesa per la messa solenne festiva). 2. sm. sing. un terzo, la terza parte.

tersra (tersri) - sf. terzera.

Ciascuna delle travi del tetto equidistanti dalla culmegna e dalla testa del muro; su di essa venivano posti perpendicolarmente i travetti (cfr. cant).

terśl (terśi) - sm. fieno del terzo taglio.

tern - sm. terrone, abitante o originario dell'Italia Meridionale.

tsta (tsti) - sf. testa, capo; mente; estremit superiore | mtes en tsta = incaponirsi | mt la tsta a pst = correggersi, assumere comportamenti di buona condotta | s en tsta = essere in testa, essere primi di una classifica (sin. crpa).

testda (testdi) - sf. testata; colpo preso in testa (sin. crapda).

testamnt - sm. testamento.

testrt (testrda-testrdi) - agg. testardo, cocciuto, ostinato.

testra (testri) - sf. testiera, spalliera del letto.

testimni - sm. 1. teste, testimonio. 2. ciascuno dei due piccoli sassi interrati nella definizione di confini di propriet (cfr. trmen).

testna (testni) - sf. carne tratta dalla testa del vitello.

test - sm. tessitore.

Questo termine, preso a prestito dal dialetto della valle di Arigna, indicava appunto i tessitori di quella zona.

testn - sm. testone, testardo, ostinato (sin. crapn).

tt (CA) - tt (CH) - sm. capezzolo di mucche o capre.

tta (tti) (CA) - tta (tti) (CH) - sf. poppa, mammella di una femmina: da la tta = allattare al seno, t la tta = svezzare | vedl de tta = vitello che succhia ancora il latte.

tet (mi tti (CA) - mi tti (CH), tett) - tr. succhiare, poppare dal seno materno || tetch nt intr. 1. trarre vantaggio da una situazione. 2. appassionarsi ad un'attivit.

tetz - sm. poppatoio, succhiatoio.

ten - sm. pino.

tvet (tevda-tevdi) - agg. tiepido, leggermente caldo.

t - pron. pers. 1. (con funzione di soggetto: semplice nell'imperativo, accompagnato da te negli altri modi) tu: vrdel ti = guardalo tu, ti fal, dpu... = tu fallo, poi..., ti te s bru = tu sei bravo, te nd ti = ci vai proprio tu. 2. (con funzione di complemento indiretto, introdotto da preposizione) te: vgni cun ti = vengo con te, el gh' parlt de ti = gli ha parlato di te. 3. (con funzione di complemento oggetto o di termine, per rafforzarli) te: i te crca ti = cercano proprio te, a ti 'l te pis la pulnta = a te piace la polenta, el te l' dic a ti = lo ha detto a te | de per ti = da solo (tu).

tign (mi tgni, tignt/tignǜt) (CA) - tr. vedi tegn (CH).

tignn (CA) - sm. vedi tegnn (CH).

tililch - sm. tonto, stupidotto, sprovveduto.

timbr (mi tmbri, timbrt) - sm. timbrare.

tmbru (tmbri) - sm. timbro.

timn - sm. timone (per lo pi di un carro agricolo, al quale venivano aggiogate due bestie da tiro) (cfr. stnga).

timun (mi timni, timunt) - intr. scappare, camminare in fretta: timun va = allontanarsi di corsa.

tna (tni) - sf. grosso tino | tna de lra = tina idraulica per alimentare la forgia nella fucina || dim. tinl sm.

Nella tna si raccolgono e si pigiano le uve della vendemmia; viene montata in cantina e non si sposta mai, per via della sua mole. Pu contenere alcune decine di quintali d'uva. Il tinl viene invece posto sul carro e portato nella vigna in occasione della vendemmia; pu contenere 6-7 quintali d'uva.

tind́gia (CH) - sm. (e agg.) persona sempre indecisa, titubante.

tnta (tnti) - sf. tinta, colore.

tr - sm. tiro: en tir de s'cip = un tiro di schioppo.

tir (mi tri, tirt) - 1. tr. tirare, trainare. 2. intr. procedere | tir ric = procedere diritto, andare sicuro e disciplinatamente. 3. tr. cavare, dedurre: treghen p f?! = cavacene qualcosa?! (detto in segno di resa, quando non si capisce un comportamento o una situazione). 4. tr. attirare, attrarre: el fr el tra i fǜlmen = il ferro attira i fulmini | lags tir = lasciarsi persuadere (da tutti). 5. tr. lanciare: tir 'n sas = tirare un sasso. 6. tr. tendere: tir 'n fl = tendere un filo. 7. intr. sparare: gh' tirt ma l' mga ciapda = le ho sparato, ma non l'ho presa. 8. intr. assomigliare: el tra 'l pa = assomiglia al padre. 9. intr. esercitare una forza: sta camista la tra = questa camicia stretta, el tra na brǜta ria = 1. tira un brutto vento. 2. siamo in una brutta situazione, el camn el tra mga = il camino non ha tiraggio || tir dr tr. 1. trainare, trascinare. 2. lanciare (contro qualcuno): tir dr 'n sach de parulsci = indirizzare verso qualcuno delle parolacce. 3. vendere a prezzo basso || tir gi (CA) - gi (CH) tr. 1. abbassare. 2. abbassare il prezzo, applicare uno sconto || tir nt tr. 1. portar dentro, al riparo. 2. coinvolgere, rendere partecipe. 3. risucchiare || tir l intr. 1. vivacchiare: en tra p l = tiriamo a campare. 2. durare, far durare, fruire di: cun stu vest tri l am du o tri agn = posso sfruttare questabito ancora per due o tre anni || tir sci tr. 1. tirare in ballo: tra mga sci argagndi = non accampare scuse. 2. prendere per mostrare: tra sci tc i pedgn che te ghé = fa vedere tutte le gonne che possiedi || tir sta (CA) - sta (CH) 1. tr. investire con un veicolo. 2. intr. gocciolare (detto di un contenitore o un oggetto lungo cui scorre un liquido): qul mezn l sbect, el tra sta = quel boccale ha il beccuccio rotto, mentre lo usi gocciola || tir sǜ tr. 1. allevare: qula fmna l' tirt s st s'ct = quella donna ha allevato sette figli. 2. caricare una molla: tir s l'urulc = caricare l'orologio. 3. liberare il naso aspirando. 4. prendere, scegliere (da portare via): tra s qul che te v = prendi quello che vuoi || tir va tr. rimuovere, spostare, levare || tirs dr rifl. trascinarsi a stento || tirs f́ 1. intr. rasserenarsi, rimettersi al bello. 2. rifl. estraniarsi, svagarsi, distrarsi un poco. 3. rifl. ritirare la propria adesione ad un'associazione, uscire da una compagnia || tirs sci rifl. ristabilirsi in salute, migliorare, riprendere le forze dopo una malattia || tirs sǜ rifl. come tirs sci.

tirabrghi - sm. individuo lento, impacciato, tardo e inconcludente.

tirabscin - sm. cavatappi.

tirc (CH) - sm. bigollo.

Grosso bastone con uno o pi ganci per appendervi i secchi. Una estremit appoggiava su una spalla e l'altra, munita di due rotelline, sulla strada. Serviva come mezzo di trasporto dei secchi dalla fontana o dal torrente, quando in casa non c'era ancora l'acqua corrente (cfr. bgiul).

tirda (tirdi) - sf. 1. tirata, operazione lunga, faticosa e ininterrotta. 2. spiata: el m' fac 'na tirda: l' 'ndac a cnt s tt = mi ha fatto una spiata: andato a raccontare tutto. 3. singola boccata di fumo: lgum fa 'na tirda = lasciami fare una tirata.

tirad - sm. tiratore.

tiramla - sm. 1. individuo indeciso, titubante e inconcludente. 2. comportamento incerto e dubbioso: csa l' stu tiramla? = cos' questo tiremmolla?

tiransa - sf. sing. tipo di vitigno (cfr. ǜga).

tirnt - 1. sm. tirante, corda o filo di ferro teso per tenere diritto un palo. 2. sm. parte dei finimenti di un animale da tiro con la quale si aggancia un carico da trainare. 3. sm. pl. bretelle || dim. tirantn.

tirass - sm. fionda, tirasassi.

Consisteva in un legnetto biforcuto sulle cui estremit erano legate due strisce di elastico, ricavato in genere da vecchie camere d'aria di biciclette, lunghe 20 o 30 centimetri e unite da una coramella in mezzo alla quale si metteva il sasso da lanciare.

tiratrdi - sm. tiratardi, persona inconcludente.

tirmbul (tirmbui) (CA) - sm. turibolo; persona sciocca, vacua / CH trbul.

tirn - sm. rettifilo, tratto di strada lungo e diritto: el tirn de San Gicum, el tirn de Ardn = il rettilineo di San Giacomo, il rettilineo di Ardenno.

tsech (tsega-tseghi) - agg. tisico.

titldera (CH) - sf. solo nell'espressione 'nda en titldera = andare qua e l senza meta, andare a divertirsi.

ttul (ttui) - sm. 1. titolo. 2. termine ingiurioso, epiteto: da gi ttui = ingiuriare, oltraggiare.

tizn - sm. tizzone, pezzo di legno infuocato.

1) t (t́, ta-t́) - 1. agg. poss. tuo: el t lbru = il tuo libro. 2. pron. poss. gh' p pan, dmen en pu del t = non ho pi pane, dammene un po' del tuo, salǜda i t = saluta i tuoi genitori.

2) (mi t́li, t́c) - tr. 1. prendere | t! = 1. prendi! (porgendo qualcosa). 2. ma guarda! (per indicare sorpresa) | t n gir = prendere in giro. 2. comperare: su 'ndac a t 'l zǜcher = sono andato a comperare lo zucchero. 3. sposare: el n' tc ǜna de Punt = ha sposato una donna di Ponte, i va rugnt ma i s p am tc = avevano bisticciato, ma alla fine si sono sposati. 4. togliere: el gh tc el salǜt = gli ha tolto il saluto = ha troncato ogni rapporto, el dut el gh tc el vin = il medico gli ha prescritto di non pi bere | t l fi = togliere il fiato, opprimere || t́ dr tr. prendere con s || t́ f́ tr. 1. togliere, levare, cavare: t f lrba de l'rt = estirpare l'erba dall'orto, t f 'n dnc = cavare un dente. 2. scegliere: t f qul che 'l te pis = scegli quello che ti piace || t́ gi (CA) - gi (CH) tr. 1. levare: t gi 'l capǜsc = togliere il cappello | t gi de l'ida = dissuadere, far cambiare idea, distogliere da un pensiero. 2. cogliere: t gi i pum = cogliere le mele. 3. inghiottire, ingerire: t gi la medisna = prendere la medicina. 4. fotografare: t gi la gsa = fotografare la chiesa || t́ sci tr. prendere, raccogliere; portare (per offrire, mostrare) || t́ sǜ tr. 1. raccogliere da terra, da sottoterra: t s i tartfui = raccogliere le patate. 2. portare con s: l' frc: t s la gica = freddo: prendi la giacca. 3. accogliere a bordo di un veicolo: el m' tc s 'n mtu = mi ha dato un passaggio in moto. 4. assumere un contratto di lavoro, una gestione: l' tc s 'na butga a Sndri = ha preso in gestione una bottega a Sondrio | t s la man = imparare, far pratica || t́ va tr. levare, togliere: t va la pulnta che l' ćcia = togli la polenta dal fuoco perch pronta | fas t va = far brutta figura | ts va di p = togliersi dai piedi || t́sela tr. prendersela (con qualcuno) | t́sela cmuda = prendere le cose con calma, senza nessuna premura.

1) tch - sm. pezzo; parte, tratto: en tch de pan = un pezzo di pane, en tch de strda = un tratto di strada, n' gi fac en bl tch = ne ho gi fatto un bel pezzo | 'nda a tch = andare in pezzi, guastarsi, rompersi | tra a tch = rompere, fracassare | (prov.) a pch a pch s en fa 'n bl tch = a poco a poco se ne fa un bel pezzo || dim. tuchl || dim. tucheln (CH) - tuchiln (CA) || dim. tuchetn || accr. tucn.

2) tch (tca-tchi) (CA) - agg. tocco, fesso, non bene in senno / CH tuch.

tcul (tcui, tcula-tculi) - agg. (e s.) cretino, tonto, scemo.

tla (tli) (CA) - tla (tli) (CH) - sf. latta, lamiera; recipiente di latta | ms de tla = sfrontato, sfacciato, prepotente | men i tli = darsela a gambe, scappare di soppiatto || dim. tuln.

Particolare era l'usanza del sun i tli che consisteva nel provocare rumore e frastuono presso la casa di un vedovo che riprendeva moglie.

tldera (CH) - sf. come titldera.

tma (tmi) (CA) - sf. caduta rovinosa, capitombolo / CH tma.

tmba (tmbi) (CA) - sf. tomba / CH tmba.

tmbula (tmbuli) (CA) - sf. tombola, gioco di societ / CH tmbula.

tnega (tneghi) (CA) - sf. tonaca, saio del frate, veste del prete e della monaca / CH tnega.

tni - sm. tuta da lavoro.

toniml - sm. persona accidiosa, poltrone.

1) tnt (tnda-tndi) (CA) - agg. tondo, rotondo, circolare / CH tunt-1).

2) tnt (mi tndi, tondǜt) (CA) - tr. tosare: tnt i puri = tosare le pecore / CH tunt-2).

1) tr - sm. toro || dim. turl.

2) tr (CA) - sf. torre / CH tur.

La tr per antonomasia la Torre di Castionetto sopra il paese, sulle pendici del monte Dalico.

trbul (trbui, trbula-trbuli) (CA) - agg. torbido, scuro, sporco: cfa trbula = acqua torbida; mentalmente confuso, poco lucido: te s trbul? = vaneggi? / CH trbul.

trc (CA) - trc (CH) - sm. torchio.

trt (CA) - trt (CH) - sm. torto.

trta (trti) (CA) - sf. torta / CH trta.

ts (CA) - sf. sing. tosse | ts asnna = pertosse || dim. tustina || dispr. tusscia / CH tus.

tsech - sm. tossico, veleno: mar cme tsech = amarissimo.

ttula (ttuli) - sf. come ptula.

1) tra - prep. tra.

2) tr (mi tr (CA) - mi tr (CH), trc) - tr. buttare | tra 'n slt = spiccare un salto | tra a rva = concludere, lavorare con profitto | tra sci e l = buttare di qua e di l | tras ads = buttarsi addosso, coprirsi (con un vestito) || tr f́ tr. 1. svestire, levare un indumento: tra f i brghi = togliere i pantaloni. 2. spargere, spandere: tra f 'l fn = spandere il fieno sul prato | tra f de pst = mettere fuori posto, scompigliare | tras f de pst = mettersi fuori posto (in riferimento alla salute) | tra f lt = sbarazzarsi di qualcosa || tr gi (CA) - gi (CH) tr. abbattere, demolire (un muro, una casa) | tra gi bas = gettare a terra | tra gi la cǜnta = sorteggiare || tr gli tr. smettere, interrompere unattivit, abbandonare: tra gli de laur = finire di lavorare (provvisoriamente, alla fine della giornata, o definitivamente, per pensionamento o cambiamento di attivit) || tr nt tr. 1. buttare dentro. 2. sorteggiare chi deve iniziare un gioco || tr 'nsma (CA) - 'nsma (CH) tr. riunire, comporre, ricomporre || tr sǜ tr. vomitare | tra s i ǜltum = agonizzare, tirare le cuoia || tr va tr. 1. gettare via, disfarsi di qualcosa: l de tra va = malmesso al punto da essere inutilizzabile. 2. rovesciare un liquido: tra va el caf = rovesciare il caff. 3. sprecare, sciupare: tra mga va tmp = non sprecare tempo || trs va rifl. svalutarsi, sottovalutarsi, farsi remunerare poco un lavoro || trsen f́ intr. pron. cavarsela.

trabcul (trabcui) - sm. trabiccolo, veicolo malandato.

trabuchl (trabuchi) - sm. trabocchetto, insidia, tranello | trabuchl de sas = mucchietto instabile di sassi.

trc - sm. sorso.

tracagnt - sm. (e agg.) tracagnotto, tarchiato, individuo di bassa statura ma grosso e robusto || dim. tracagnutl.

trf - sf. trave.

trfech - sm. 1. traffico, attivit commerciale. 2. traffico stradale. 3. impegno notevole e difficoltoso: l' 'n trfech = complicato.

trafeg (mi trfeghi, trafegt) - intr. trafficare, darsi da fare, lavorare intensamente.

trambi - sm. individuo sprovveduto, tardo di comprendonio, ingombrante.

tramza (tramzi) - sm. tramezzo, parete divisoria.

trapin (CA) - sm. talpa / CH tupn.

trpula (trpuli) - sf. trappola, tranello.

trapuln - sm. bambino (affettuosamente).

tras (mi trsi, trast) - tr. sciupare, sprecare, consumare senza moderazione.

trasandc (trasandcia-trasandci) (CA) - trasandt (trasandda-trasanddi) (CH) - agg. trasandato, trascurato, sciatto nel vestire.

traspurt (mi trasprti, traspurtt) - tr. trasportare, portare in un altro luogo.

trategns (mi me tratgni, trategnt/trategnǜt) (CH) - rifl. trattenersi, controllarsi, dominarsi, frenarsi: me su trategnt ma se 'l me capta am... = mi sono trattenuto, ma se mi capita ancora... / CA tratigns.

trategnǜda (trategnǜdi) (CH) - sf. trattenuta, ritenuta sulla paga per contributi vari / CA tratignǜda.

tratigns (mi me tratgni, tratignt/tratignǜt) (CA) - rifl. vedi trategns (CH).

tratignǜda (tratignǜdi) (CA) - sf. vedi trategnǜda (CH).

tratr - sm. trattore, veicolo agricolo.

travac (mi travchi, travact) - intr. e tr. rovesciare, ribaltare, capovolgere || travacs intr. pron. : la prila la s' travacda = la treggia si rovesciata.

travait (travaida-travaidi) - agg. depresso, oppresso, afflitto: s tt travait: el me va prpi bn gnnt = sono proprio afflitto: niente va per il verso giusto.

travas (mi travsi, travast) - tr. travasare (specie il vino da una botte a un'altra).

travrs (CA) - travrs (CH) - sm. traversa (sbarra orizzontale in carpenteria, falegnameria, edilizia) | a travrs, de travrs = di traverso: el m' 'ndac a travrs en bucn = mi andato di traverso un boccone | vard de travrs = guardare in cagnesco.

travrsa (travrsi) (CA) - travrsa (travrsi) (CH) - sf. 1. traversa, via secondaria che collega due strade o ne taglia una. 2. traversa, lenzuolo posto di traverso nel letto.

travers (mi travrsi (CA) - mi travrsi (CH), traverst) - tr. attraversare: travers i pra per fa ps de bt = passare attraverso i prati per far pi presto.

trebisnda - sf. sing. solo nell'espressione prt la trebisnda = perdere l'orientamento o l'equilibrio; non sapere cosa fare.

trebl (mi trebǜli, treblt) - intr. tribolare, essere in difficolt: treblt ma ghe l' fcia = ho durato fatica, ma ce l'ho fatta.

treblri - sm. difficolt, impiccio, tribolazione.

trdes (CA) - trdes (CH) - 1. agg. num. card. tredici. 2. sm. sing. il numero tredici. 3. sm. sing. lanno 1913.

tremarla (tremarli) - sf. come tremaŕla.

tremaŕla (tremaŕli) - sf. tremarella, tremore: ciap la tremaŕla = essere assalito dalla paura.

tremz - sm. come tramza.

trnta - agg. num. card. (e sm. sing.) trenta.

trentaps - sm. scricciolo.

trentna (trentni) - sf. trentina, circa trenta.

trnu (trni) - sm. treno.

trepnta (trepnti) - sf. come prepnta.

trs (CH) - sm. stabbiolo, porcile / CA trsch.

Il trs del cin era posto in un angolo della stalla, isolato da una staccionata.

trsca (trschi) - sf. ampio e robusto telo.

Ruvido panno confezionato in Arigna dai tessitori di canapa; rispetto al pelrsc, che una striscia piuttosto stretta, la trsca di larghezza doppia, per cos dire un pelrsc a due piazze.

trsch (CA) - sm. vedi trs (CH).

trscia (trsci) - sf. treccia.

tresped (mi trspedi, trespedt) - intr. trepidare, scalpitare, essere impaziente: la vca la trspeda = la mucca batte le zampe con impazienza (nell'imminenza del parto).

tr (1: femm. tr (CH) - tr (CA)) - 1. agg. num. card. tre: tri um = tre uomini, tri s'ct = tre ragazzi. 2. sm. sing. il numero tre e la cifra che lo rappresenta: el tri de pich = il tre di picche. 3. sm. sing. l'anno 1903: mi su del tri = io sono nato nel 1903. 4. sf. pl. le ore tre (o le quindici): l sunt i tri = sono suonate le tre.

tringul (tringui) - sm. triangolo.

tribl (mi trbli, triblt) - intr. come trebl.

triblri - sm. come treblri.

trid (mi trdi, tridt) - tr. tritare, sminuzzare.

tridapia - sm. artigiano che tritava la paglia con una speciale e apposita attrezzatura.

tridl (tridi) - sm. tritume; residuo che rimane sul pavimento del fienile; residuo del grano saraceno (sin. pǜlech).

trinsa (trinsi) - sf. tridente.

La forca a tre denti era usata per lo pi per il letame della stalla.

trif́i - sm. trifoglio.

trga - solo nell'espressione el rer 'l trga trga = arriver chi ti sistemer per bene, chi ti metter a posto.

trigs (mi me trghi, trigt) - intr. pron. fermarsi, acquietarsi, sospendere un lavoro per un breve riposo: me s mga trigt en tt el di = non mi sono fermato in tutto il giorno.

trignpula (trignpuli) - sf. pipistrello.

trinc (mi trnchi, trinct) - tr. tracannare, bere avidamente.

trincht (CA) - trincht (CH) - sm. botticella.

Piccolo contenitore dogato della capacit di 5 o 6 litri, era come una botticella molto affusolata.

trpa (trpi) - sf. pancia, ventre.

trip - sm. treppiede; individuo lento, impacciato e ingombrante.

Era un sostegno di ferro con tre piedi che si metteva sul focolare e su cui si appoggiavano tegami o pentolini con cibi da cuocere che non si potevano appendere alla catena.

trplu (trpli, trpla-trpli) - agg. (e sm. sing.) triplo.

triṕc - sm. omino panciuto.

trist - sm. tressette.

trt - sm. sing. formaggio grattugiato: pulnta e trit = polenta e formaggio grattugiato.

tritul (mi trtuli, tritult) - intr. tremare, essere scosso da fremiti: el trtula del frc = trema per il freddo.

tŕc - sm. sentiero o passaggio scomodo e stretto.

trmba (trmbi) (CA) - sf. tromba / CH trmba.

trp (2, 3: trpa-trpi) - 1. avv. troppo: mangit trp = ho mangiato troppo. 2. agg. indef. troppo: trpa rba = troppa roba. 3. pron. indef. troppo: ghe n fna trpa = ce n persino troppa.

trsa (trsi) (CA) - trsa (trsi) (CH) - sf. striscia di terreno tra due filari di viti || dim. trust (CA) - trust (CH) sm.

Nei lch i trsi erano coltivate alternativamente a segale e a granoturco; nelle vigne invece i trust erano lasciati liberi da coltivazioni.

trt - sm. sing. trotto, passo del cavallo: 'nda al trt = andare al trotto.

trta (trti) - sf. trota.

tru (mi tri, trut) - tr. trovare; incontrare; scoprire: trut en quadrif́i = ho trovato un quadrifoglio || trus intr. pron. 1. essere, stare: me tri bn = mi trovo bene. 2. andare d'amore e d'accordo, avere le stesse idee: mi e la ma fmna en se tra s tt = io e mia moglie andiamo d'accordo su tutto.

truda (trudi) - sf. trovata, espediente; battuta scherzosa; ragionamento strano: l' sci l ci s trudi = arriva lui con le sue trovate.

trc (mi trǜchi, trct) - tr. truccare, camuffare, alterare.

1) trǜch - sm. mazzapicchio, attrezzo per posare lacciottolato.

Attrezzo costituito da un grosso pestello di legno lungo circa un metro, a tronco di cono, con un cerchio di ferro alla base e provvisto di unimpugnatura per le due mani allestremit superiore; serve per picchiare e pareggiare lacciottolato.

2) trǜch - sm. trucco, inganno, imbroglio.

truida (truidi) - sf. porcheria in genere, cosa mal fatta, azione vergognosa.

trmba (trmbi) (CH) - sf. vedi trmba (CA).

trumbn - sm. abitante di Ponte (scherzoso).

Usato da parte dei Chiuraschi per sottolineare la vena musicale dei Pontaschi o, con intento pi canzonatorio, la loro abitudine di parlare a voce alta e di fare un po i gradassi in compagnia. In contrapposizione i Pontaschi chiamano maiarni quelli di Chiuro.

trn - sm. tuono.

trna (trni) - sf. caverna, cunicolo, antro.

trun (el trna, trunt) - intr. tuonare | (prov.) se 'l trna prma de píf, pca qua 'l se mf = se tuona prima che piova, poca acqua si muove.

trunda (trundi) - sf. rumore prolungato di tuoni: stanc l' stac 'na trunda sla = questa notte stato tutto un susseguirsi di tuoni.

trǜscia - solo nell'espressione s en trǜscia = darsi da fare, arrabattarsi, lavorare con impegno e frenesia.

trut (mi trti, trutt) - intr. trottare, camminare; andare di corsa.

trǜta (trǜti) - sf. come trta.

trutda (trutdi) - sf. lunga camminata fatta a passo svelto.

tuia (tui) - sf. tovaglia.

tuai (mi tui, tuait) - intr. svignarsela, darsela a gambe.

tber - sm. cittadino tedesco o svizzero (in tono dispregiativo).

tǜbu (tǜbi) - sm. 1. tubo. 2. niente, nulla: el caps en tǜbu = non capisce proprio niente.

tuc (mi tchi, tuct) - 1. tr. toccare: stu s'ct el tca depertǜt = questo bambino tocca dappertutto. 2. intr. spettare; dovere, essere costretto: sta part la me tca a mi = questa parte tocca a me, el me tca prpi fg = devo proprio andar via || tuc nt tr. sfiorare, toccare o urtare leggermente: tuct int en del cantn = ho urtato nell'angolo || tuc gi (CA) - gi (CH) tr. toccare (con l'estremit inferiore); toccare in terra: tuct gi en gińc = ho toccato per terra con un ginocchio || tuc sǜ tr. toccare (con l'estremit superiore); toccare in alto: sta' atnt a mga tuc s 'n di ram = sta' attento a non urtare i rami | tuc s la man = salutare con una stretta di mano.

tch (tca-tchi) (CH) - agg. vedi tch (CA).

tuchri - sm. grande tratto; grande estensione di terreno: fa 'n tuchri de strda a p = fare un grande tratto di strada a piedi, 'n tuchri de sit = una grande estensione di terreno (sin. sgarbri).

tudsch (tudsca-tudschi) - sm. (e agg.) tedesco, germanico.

tgǜri - sm. tugurio, stamberga, catapecchia.

tlipn - sm. tulipano; stupidotto.

tma (tmi) (CH) - sf. vedi tma (CA).

tmba (tmbi) (CH) - sf. vedi tmba (CA).

tumbn - sm. pozzetto; tombino, chiusino.

tmbula (tmbuli) (CH) - sf. vedi tmbula (CA).

tumra (tumri) - sf. tomaia.

tmr - sm. tumore.

tnca - inter. e allora?, dunque?

tnega (tneghi) - sf. vedi tnega (CA).

tunsli - sf. pl. tonsille.

1) tnt (tnda-tndi) (CH) - agg. vedi tnt-1) (CA).

2) tnt (mi tndi, tundǜt) (CH) - tr. vedi tnt-2) (CA).

3) tnt - sm. piatto da tavola.

tuntun (mi tuntni, tuntunt) - intr. come stuntun.

tupch - solo nellespressione nda a tupch = inciampare, cadere.

tupn (CH) - sm. talpa / CA trapin.

tr (CH) - sf. vedi tr (CA).

trbul (trbui, trbula-trbuli) (CH) - agg. vedi trbul (CA).

turbul (mi trbuli, turbult) - tr. intorbidire, sporcare: turbul l'qua = intorbidire l'acqua.

trcia - sf. sing. granoturco di seconda scelta: ms gi 'n campl de trcia = ho piantato un piccolo campo di granoturco di seconda scelta.

Veniva seminato e lasciato crescere molto fitto, senza nessun intervento di sarchiatura o diserbo; serviva come mangime per le mucche.

tǜrch - sm. granoturco: sumn i trch = seminare il granoturco, pulnta de trch = polenta gialla (fatta con farina di granoturco).

trchn - sm. variet di granoturco: ms gi 'n campl de trchn: i vignt prpi bi = ho seminato un piccolo campo di granturco: cresciuto proprio bene (pi frequente al plurale).

Veniva seminato ai primi di luglio, dopo la raccolta della segale; raggiungeva un'altezza inferiore a quella del granoturco normale e portava spighe un po' pi piccole, ma i chicchi davano un'ottima farina da polenta.

turci (mi trci (CA) - mi trci (CH), turcit) - tr. torchiare.

turcidech - sm. vino che esce dal torchio (cfr. crudl).

tren - sm. tornio.

trbul (trbui) (CH) - sm. turibolo; persona sciocca, vacua.

turmnt - sm. tormento, grande dolore: sentt i turmnt de l'infrnu = ho sofferto le pene dell'inferno.

turment (mi turmnti, turmentt) - tr. tormentare, infierire.

turmnta (turmnti) - sf. tormenta, turbino di neve sollevata dal vento.

turn (mi trni, turnt) - intr. tornare, ritornare || turn ndr intr. (con lo stesso significato).

trnu (trni) - sm. turno, alternanza (specie sul lavoro): el s trnu el fins ài cinch = il suo turno finisce alle cinque.

trta (trti) (CH) - sf. vedi trta (CA).

turtl (turti) - sm. tortello, tortellino.

turtǜra (turtǜri) - sf. tortura, tormento.

turtr (mi turtǜri, turtrt) - tr. torturare, tormentare.

turn - sm. torrone.

ts (CH) - sf. vedi ts (CA).

tuscnu (tuscni) - sm. sigaro toscano.

tuseg (mi tseghi, tusegt) - tr. come entuseg.

tus (mi tussi, tust) - intr. tossire (sin. buls).

tust (mi tsti, tustt) - tr. tostare, abbrustolire: tust 'l caf = tostare il caff.

tustn - sm. tostino, tostacaff.

1) tt (tta-tti) - agg. tonto, sciocco, stupido || dim. tutn.

2) tǜt (1, 2: tǜc, tǜta-tǜti) - 1. agg. indef. tutto: tt lan = tutto lanno. 2. pron. indef. tutto: l tt a pst = tutto a posto, el mngia de tt = mangia di tutto. 3. avv. tutto, completamente: l tt el cuntrri = tutto il contrario.

tutul (mi tutli, tutult) - tr. come putul.

tutulda (tutuldi) - sf. come putulda.

tutuln - sm. come putuln.