G

 

 

gabna (gabni) - sf. donnaccia, donna di malaffare || dispr. gabanscia || dim. gabann sm. - cfr. gabann.

gabann - sm. donnetta piccola, modesta e senza pretese (dim. di gabna).

gabint - sm. e inter. | (prov.) a gabint el pas de n gat = allEpifania il passo di un gatto = all'Epifania la giornata si gi un po allungata.

Esclamazione conosciuta in tutti i paesi della nostra zona, forse derivante dal tedesco gaben nacht (= notte di doni). La parola si pronuncia la mattina dellEpifania (ma per alcuni a partire dal vespro, o dal mezzogiorno, della vigilia), quando si incontrano amici e conoscenti, con limpegno di prevenirli; chi infatti esce per primo con la curiosa esclamazione ha diritto di farsi pagare el gabint; chi soccombe deve pagare qualcosa allaltro. I ragazzi di un tempo si accontentavano di una manciata di noci o castagne.

gabit - sm. piccolo deposito precario in legno o in lamiera.

gabin (CH) - sm. durona, grossa ciliegia carnosa e duretta / CA galgin.

gbula (gbuli) - sf. imbroglio, inganno, raggiro.

gabǜs - sm. cuore del cavolo (buono in insalata e nei pizzoccheri); persona inetta e di poco prestigio.

gfen - sm. attrezzo logoro e rotto; persona di poco conto, di poca capacit e anche di salute incerta, piuttosto di ostacolo che di aiuto.

ggia (ggi) - sf. gazza, pica; persona sguaiata.

gi - sm. pl. reste del grano (specie della segale).

gia (gi) - sf. la parte larga del piccone, allestremit opposta della punta.

gl (gi) - sm. gallo || dim. galt.

gla (gli) - sf. 1. fiocco decorativo ottenuto ripiegando un nastro. 2. chiacchiera, cencio, galano (dolce di carnevale) (per lo pi al plurale).

galda (galdi) - sf. contenitore per il vino di circa due litri usato nelle vecchie osterie || dim. galetn sm.

Nota lespressione el galetn che l gta di un canto popolare valtellinese.

galra (galri) - sf. prigione, carcere | a la brǜta galra = in malo modo, in modo disordinato e trascurato | de la brǜta galra! = della malora!: s'cetǜsc de la brǜta galra! = diavolo dun ragazzo!

galt (CA) - galt (CH) - sm. insalatina selvatica, soncino.

Tenera e saporita, si coglie nei prati il mese di marzo.

galti (CA) - galti (CH) - sf. pl. arachidi.

galgin (CA) - sm. vedi gabin (CH).

galna (galni) - sf. gallina | pl de galna = laggricciare della pelle, pelle doca: el me vgn s 'l pl de galna = mi si accappona la pelle (per il freddo o per lo spavento).

galn - sm. coscia.

galǜp - sm. giovinastro un po spensierato | dim. galpn.

gmba (gmbi) - sf. gamba, arto inferiore; gamba del tavolo | ciap st gmba = prendere sotto gamba | s en gmba = essere in forma; essere valido intellettualmente | fa l pas segnt la gmba = fare qualcosa alla propria portata | se la va la gh gmbi = se procede perch ha le gambe (detto nella speranza che una faccenda, originata in modo disonesto o poco chiaro, possa procedere bene) | nda a gmbi per ria = 1. fare un capitombolo. 2. fallire | avch i gmbi che fa Gicum Gicum = avere le gambe tremanti.

gmber - sm. gambero.

gamsl (gamsi) - sf. gomitolo; persona obesa e di bassa statura (scherzoso).

1) gansa (gansi) - sf. guancia; ganascia.

2) gansa - sm. gradasso.

ganasl (ganasi) - sm. dente molare.

ganasn - sm. sberla forte e ben data.

gnda (gndi) - sf. terreno sassoso, pietraia (cfr. mrca) || accr. gandn sm.

Sono molto diffuse le pietraie nelle nostre zone, tanto che a volte il termine diventa nome proprio per indicare una specifica localit nella quale il terreno piuttosto sassoso (ad esempio, a Castionetto, la zona dellattuale campo sportivo).

ganivl (ganivi) - sm. giovinetto vivace e spiritoso.

gargarǜz - sm. gargarozzo.

garibuldl (garibuldi) - sm. grimaldello; congegno complicato e ingannevole.

garndul (garndui, garndula-garnduli) (CH) - agg. brioso, vivace, baldanzoso: l am garndul = ancora vivace (riferito a un anziano).

garlt (CA) - garlt (CH) - sm. gamba, garretto | tir i garlt = morire.

garful (garfui) - sm. garofano.

garla (garli) - sf. ghianda, nocciolo di alcuni frutti (ciliegia, pesca, albicocca).

gart (garta-garti) - agg. (e sm.) rotto, sconnesso; persona poco in salute.

garta (garti) - sf. contenitore a doghe bucherellate.

Serviva per la fuoriuscita del siero nella preparazione della ricotta.

garśl (garśi) - sm. tenero germoglio della vite: fa gi i garśi = togliere i germogli non fruttiferi della vite (cfr. fíl-2).

gt - sm. gatto | (prov.) ensegnch ài gat a rampeg = dare consigli non richiesti a chi gi capace || dim. gatn || dispr. gatsc.

1) gta (gti) - sf. gatta femmina.

2) gta (gti) - sf. bruco dal quale si libera la farfalla cavolaia.

gatgul (CH) - sm. sing. solletico / CA gzul.

gatn (CA) - sm. solo nellespressione nda a gatn = gattonare.

gavl (gavi, gavla-gavli) - agg. con le gambe arcuate.

gavinl (gavini) - sm. falchetto, sparviere.

gavǜdula (gavǜduli) - sm. mirtillo rosso (piccola bacca non commestibile frequente nei pascoli sopra i 1800 m) (Vaccinium vitis-idaea L.).

gzul (CA) - sm. sing. solletico / CH gatgul.

1) ga - sf. sing. sansa delle castagne.

2) ga - sf. sing. piccola quantit: na ga de btr = un pezzetto di burro.

gl - sm. sing. gelo, grande freddo.

gel (mi gli, gelt) - intr. gelare; subire un grande freddo, tanto da agghiacciarsi.

gelda (geldi) - sf. gelata.

gelat - sm. gelataio.

geltu (gelti) - sm. gelato.

gelsumn - sm. gelsomino (pianta).

glt (1: glta-glti) (CA) - glt (1: glda-gldi) (CH) - 1. agg. gelido, gelato (anche riferito al terreno). 2. sm. sing. gelo.

gelusa (gelusi) - sf. gelosia, persiana.

genep - sm. assenzio genep (Artemisia genipi Weber - Artemisia umbelliformis Lam.).

1) gner - sm. genero.

2) gner - sm. genere | en gner = di norma, di solito.

generl (generi) - sm. generale.

gengva (gengvi) (CH) - sf. gengiva / CA gingva.

gnt - sf. gente | pra gnt! = poveretti!

genzina (CH) - sf. genziana (Gentiana punctata L.) / CA zanzna.

gra - sf. sing. ghiaia.

Nome di unantica contrada di Chiuro, ora scomparsa, a sud est dellattuale centro abitato.

grlu (grli) (CA) - grlu (grli) (CH) - sm. gerla || dim. gerlt || dim. gerlatn.

Tipico contenitore fatto di asticelle di castagno poste verticalmente su un fondo di legno e intrecciate con i scudsci di nocciolo; veniva usato una volta per portare qualsiasi cosa, dal bambino in fasce alle patate, al pane, al letame.

gern - sm. sing. ghiaieto, pietraia.

gs - 1. sm. sing. gesso. 2. sm. gessetto (da sarto o per la lavagna).

gsa (gsi) - sf. chiesa.

gestma (gestmi) (CA) - sf. vedi bestmia (CH).

gestem (mi gestmi, gestemit) (CA) - intr. vedi bestemi (CH).

Ge - sm. sing. Ges.

ghe - 1. pron. pers. (come complemento di termine) gli, le, a loro, ci, a noi: mi ghe dsi = io gli/le dico, a l el ghe pis = a lui piace, a lé el ghe pis = a lei piace, ti te gh dic = tu gli hai detto/tu ci hai detto, a nn el ghe pis = a noi piace. 2. pron. pers. (come complemento oggetto): ci, noi: i ghe spcia = ci aspettano. 3. pron. dimostr. ci, a questo, di questo: ghe pnsi mi = ci penso io. 4. avv. ci, qui: el gh = c, ghe stu = ci sto, el ghe snt mga = non ci sente (usato anche quando in italiano non si usa: mi gh = io (ci) ho, gh frc = (ci) ho freddo) (anche unito al verbo: vegnghen f = venirne fuori). 5. (CA) nella costruzione en ghe + articolo o aggettivo dimostrativo = nel, nella, nei, nelle, in una, in un, in quello, in quella: en ghel pan = nel pane, en ghe la nf = nella neve, en ghi vist = nei vestiti, en ghi man = nelle mani, en ghe na grna = in un guaio, en ghe qula ca = in quella casa.

ghl (ghi) - sm. 1. centesimo, soldo: cinch ghi = cinque centesimi. 2. centimetro.

gherbsc - sm. 1. terreno poco fertile e in posizione poco esposta al sole. 2. animaletto nato prematuramente (raro).

ghrp (ghrba-ghrbi) - agg. acerbo || superl. ghrp gherbntu.

ghgna (ghgni) - sf. ghigno, faccia | che brǜta ghgna! = che faccia cattiva!

ghngheri - solo nellespressione s en ghngheri = essere ben vestito (di chi lo raramente).

ghiribz - sm. come sghiribz.

ghisln - sm. mirtillo.

ghiśl (ghiśi) - sm. paiolo in ghisa per la polenta.

gica (gichi) - sf. come giach.

giach - sm. giacca da uomo.

gilt (gilda-gildi) - agg. giallo || dim. gialdn.

ginch (ginca-ginchi) (CA) - agg. vedi binch (CH).

ginda (gindi) - sf. ghianda, nocciolo.

1) giandn - sm. terreno ghiaioso.

2) giandn - sm. pl. orecchioni, parotite.

gianta (gianti) (CA) - gianta (gianti) (CH) - sf. bastone da passeggio.

gingia (gingi) (CH) - sf. particolare cadenza nel parlare: el gh na gingia... = ha una cadenza...

gisc (CA) - sm. sing. ghiaccio / CH giz.

giavanda (giavandi) - sf. stupidaggine, sbaglio grossolano.

giz (CH) - sm. sing. vedi gisc (CA).

giaz - sm. savoiardo, biscotto tenero.

gibigina - sf. gibigiana, balenio di luce riflessa.

gibul (mi gbuli, gibult) (CH) - tr. ammaccare, provocare escoriazioni - cfr. gibult.

gibult (gibulda-gibuldi) (CH) - agg. ammaccato (riferito a un frutto o a una parte del corpo) (p.p. di gibul).

gigila - sf. solo nellespressione a gigiòla = a cavalluccio: purt a gigila = portare a cavalluccio | nda a gigila = traballare, vacillare.

ggna (ggni) - sf. scanalatura nelle doghe dove si incastra il fondo della botte.

ggul (ggui) - sm. grido stridulo, acuto.

gigul (mi gguli/gigli, gigult) - intr. gridare, emettere suoni striduli, acuti.

Nel passato le maschere che andavano di casa in casa o di stalla in stalla, nelle vecchie filogne, i gigulva; cos pure in montagna i ragazzi i gigulva per richiamarsi da un dosso all'altro.

gil - sm. gilet, panciotto.

gin - sm. sing. gennaio.

Curiosa lusanza, molto in voga negli anni passati, che consisteva nellinvitare con un pretesto qualsiasi una persona (meglio se era un vecchio un po scorbutico) a uscire di casa la sera del 31 gennaio per gridarle allegramente l f el gin (in alternativa, il 2 febbraio: l' f l'urs de la tna). Seguivano le risate, in genere anche di chi era stato vittima del giochetto. Simbolicamente significava che la brutta stagione era ormai passata.

ginpru (ginpri) (CH) - sm. ginepro / CA zenver.

gingva (gingvi) (CA) - sf. vedi gengìva (CH).

gińc - sm. ginocchio | nda gi n gińc = inginocchiarsi, genuflettersi.

ginugra (ginugri) - sf. ginocchiera, fascia elastica al ginocchio.

ginugida (ginugidi) - sf. ginocchiata, colpo dato o ricevuto sul ginocchio: ciapt gi na ginugida = ho battuto il ginocchio.

gi (CA) - avv. gi, in basso | gi bas = per terra | en gi = in gi, in basso, verso sud / CH gi.

gích - sm. gioco: gích di bci = gioco delle bocce.

gistri (CA) - sf. pl. luna park / CH gistri.

gipunn - sm. giubbetto stretto e aderente.

1) gr - sf. ghiro.

2) gr - sm. 1. giro in tondo. 2. perimetro: el gir de la ca = il perimetro della casa. 3. passeggiata | nda en gir = andare a zonzo.

gir (mi gri, girt) - 1. tr. girare, muovere in senso rotatorio. 2. intr. andare in giro.

girabachn - sm. girabacchino (trapano a mano).

girabichn - sm. come girabachn.

girda (girdi) - sf. 1. passeggiata, giretto: fac na girda per func = ho fatto un giretto cercando funghi. 2. sgridata.

giramnt - sm. solo nellespressione giramnt de tsta = capogiro.

girl (giri) - sm. 1. assicella posta agli angoli del campo di bocce per favorire il giro della boccia stessa. 2. assicella posta a met circa della gerla dove vengono infilati gli spallacci. 3. girello, telaio girevole dove vengono posti i bambini, con sostegno sotto le ascelle, perch si possano spostare e imparino a camminare.

1) girla (girli) - sf. carrucola.

2) girla (girli) - sf. raganella.

uno strumento di legno atto a far rumore, usato durante la Settimana Santa per sostituire il suono delle campane che tacevano e anche per far rumore in chiesa, dopo la lettura del cosiddetto ufficio delle tenebre (cfr. maíla).

gsc - sm. terreno tufaceo, molto duro.

gi (CH) - avv. vedi gi (CA).

giut - sm. giogo che si metteva sul collo di un animale singolo che tirava il carro o laratro (cfr. gif).

gibt - sm. giubbotto, giubbetto.

gid - sm. giudeo; uomo perfido e sacrilego: el bestmia cme n giud = bestemmia come un giudeo.

giudzi - sm. giudizio, senno, prudenza: mt giudzi = mettere giudizio.

gif - sm. giogo che si poneva sul collo di due buoi appaiati per tirare il carro o laratro (cfr. giut).

gig (mi giǜghi, gigt) - intr. giocare.

giughetn - sm. giocherellone.

gigiǜn (CA) - sm. vedi digiǜn (CH).

gigin (mi gigiǜni, gigint) (CA) - intr. vedi digin (CH).

giǜgn - sm. sing. giugno.

giml (gimi) - sm. gemello.

gimel (mi gimli, gimelt) - intr. 1. partorire gemelli. 2. esagerare, dire spropositi, delirare: te giumlet? = sei fuori di te?

ginta (ginti) - sf. 1. aggiunta, pezzo aggiunto. 2. giunto, il punto stesso in cui si congiungono due cose.

giunt (mi ginti, giuntt) - tr. congiungere, riunire insieme pi cose || giuntch tr. rimetterci, avere svantaggio, perdere in un affare | giuntch el fr e p a la cza = rimetterci tutto.

giuntǜra (giuntǜri) - sf. giuntura, articolazione, snodo delle ossa: el me fa mal tǜti i giuntǜri = mi dolgono tutte le articolazioni (sintomo dellinfluenza).

giǜp - sm. cespuglietto somigliante al ginepro e al rododendro.

giup - sm. gioppino, burattino, marionetta.

giupinda (giupindi) - sf. azione sciocca.

giupint - sm. burattinaio.

gir (mi giǜri, girt) - intr. e tr. giurare.

giramnt - sm. giuramento.

girn girta - inter. giuro! (forma di giuramento infantile, accompagnata dal gesto di porre le dita incrociate sulle labbra).

giurnda (giurndi) - sf. giornata; giornata di lavoro: nda n giurnda = prestare una giornata di lavoro per altri.

giurnl (giurni) - sm. giornale, quotidiano, periodico.

giǜst (giǜsta-giǜsti) - agg. (e s.) giusto, imparziale | fa l giǜst = comportarsi con equit e giustizia.

gist (mi giǜsti, gistt) - tr. aggiustare, riparare vestiti, scarpe, attrezzi vari || gist sǜ tr. (con lo stesso significato).

gistri (CH) - sf. pl. vedi gistri (CA).

giǜstu - avv. solo, appena, proprio, proprio cos | giǜstu pntu = giust'appunto, proprio per questo (per lo pi in senso ironico): el gh' v́ia de bf: giǜstu pntu ghe du nma qua = ha voglia di bere (vino): proprio per questo gli do solo acqua.

giuved - sm. sing. gioved: giuved sant = gioved santo.

given (givena-giveni) - agg. (e s.) giovane.

giuvint - sm. giovanotto | dim. giuvanutl.

glria - sm. gloria (preghiera) | pter, àve, glria = sequenza di preghiere.

gn - avv. e cong. neanche, neppure.

gnda (gndi) - sf. nidiata, nido / CH nida.

gnam - avv. non ancora.

gnnca - avv. e cong. come gna.

gnarl (gnari) - sm. ragazzino, bimbetto.

gnrul (gnrui) - sm. come gnarl.

gnta (gnti) - sf. gonfiore tipico degli ascessi: g f na gnta en de 'na masla = ho la guancia gonfia per un ascesso.

gn - avv. e cong. come gna.

gnch (gnca-gnchi) (CA) - gnch (gnca-gnchi) (CH) - agg. nervoso, triste, malinconico.

gnechgia (gnechgi) - sf. nervosismo, cattiveria.

gnnt - 1. pron. indef. sing. niente, nulla: gh gnnt de fa = non c niente da fare. 2. sm. sing. niente: el s fac del gnnt = si fatto una posizione dal nulla. 3. avv. niente, molto poco: el me ntersa gnnt de ti = non mi interessa affatto di te (sin. negt).

gnervadǜra (gnervadǜri) (CA) - sf. nervatura.

gnf - sm. volto, espressione del volto: che brt gnif = che brutta faccia | vult s l gnif = assumere unespressione schifata in segno di disapprovazione.

gnigǜn (gnigǜna) - pron. indef. sing. nessuno, nessuna persona.

gnch (2: gnca-gnchi) - 1. sm. gnocco (di farina o di patate). 2. agg. (e sm.) sciocco, ingenuo, stupidotto.

gnǜch (gnǜca-gnǜchi) - agg. duro; testardo, di poca intelligenza.

ǵba (ǵbi) - sf. gobba.

gi - sm. pozza dacqua, tonfano.

Si forma nei torrenti di montagna attorno a grossi macigni, al di sotto di piccole cascatelle; in genere acqua che sempre si rinnova impercettibilmente e qui sosta un poco formando come un limpido laghetto. Posto noto ai pescatori perch vi si trovano pi facilmente le trote / CH gi.

gla (gli) - sf. gola / CH gla.

glp (CA) - sf. volpe / CH gulp.

gmbet (CA) - sm. gomito / CH gmbet.

gma (gmi) - sf. gomma.

gmet - sm. sing. vomito: strpet de gmet = conato di vomito.

ǵp (ǵba-ǵbi) - agg. (e s.) gobbo.

gs (CA) - gs (CH) - sm. gozzo | vch gi n de l gs vergǜgn = prediligere qualcuno.

1) gt (CA) - sm. goccio || dim. gutn / CH gut.

2) gt (mi gdi, gudǜt) - intr. e tr. come gud.

gta (gti) (CA) - sf. goccia / CH gta.

gradscia - sf. sing. graticcio.

Fatto di rami variamente intrecciati, pu servire come siepe attorno ad un prato o a un orto o come divisorio tra due propriet nei fienili delle baite sui monti.

1) grm - sm. grammo, piccola quantit.

2) grm (grma-grmi) - agg. gramo, misero; cattivo | pasla grma = vivere stentatamente.

gramgna - sf. sing. 1. gramigna (erba infestante tenace e difficile da estirpare). 2. nervosismo.

gramsri (CA) - sm. individuo esile, magro, pallido, malaticcio.

grn - sm. grano; chicco: en gran de sghel, de ris = un chicco di segale, di riso || dim. granl.

1) grna - sm. sing. formaggio grana.

2) grna (grni) - sf. situazione difficile e complicata: su int en dena grna = sono nei pasticci.

3) grna - sf. sing. soldi, denaro.

grnt (grnda-grndi) - agg. grande.

1) grpa (grpi) - sf. grappolo (duva).

2) grpa (grpi) - sf. grappa, acquavite.

grapt - sm. distillatore di grappa.

Per lo pi erano oriundi della Valchiavenna.

grapn - sm. bicchierino di grappa.

grs (1: grsa-grsi) - 1. agg. grasso, obeso. 2. sm. grasso; lardo | gras de rst = grasso di arrosto = persona fastidiosa, un po difficile.

grsa - sf. sing. concime, letame.

grasna - sf. sing. ciccia, pinguedine (scherzoso).

grat (mi grti, gratt) - tr. 1. grattugiare. 2. rubacchiare || grats rifl. grattarsi.

grataŕla (grataŕli) - sf. grattugia.

grf (grva-grvi) - agg. pesante.

grpeda (CA) - grpeda (CH) - sf. sing. incrostazione di sporcizia su qualsiasi parte del corpo (specie degli animali).

grpet (CA) - grpet (CH) - sm. persona striminzita, magra, mingherlina (per lo pi un ragazzo).

gr (gri) - sm. grillo.

grf (grfa) - agg. stanco morto e depresso; cattivo.

grgna (grgni) - sf. azione del ridere: fa vegn la grgna = far ridere.

grign (mi grgni, grignt) - intr. ridere || grign dr intr. deridere.

grignda (grigndi) - sf. risata: fach s na bla grignda = riderci sopra di gusto.

grignaŕla (grignaŕli) - sf. ridarella.

grl (gri) - sm. come gri.

grilt (CA) - grilt (CH) - sm. grilletto (di unarma da sparo).

grpul (grpui) - sm. cicciolo, residuo di carne: i grpui del cundimnt = i pezzetti di carne nello strutto.

grs (grsa-grsi) - agg. grigio | l grsa, la vdi grsa = dura, mi vedo nei guai.

grp (CA) - sm. 1. nodo (di un filo, uno spago, una corda). 2. nodo (del legno) | mal del grp = difterite / CH grup.

grs (grsa-grsi) (CA) - grs (grsa-grsi) (CH) - agg. grosso.

gŕva - sf. sing. insieme di fascine.

Strettamente legata, formava un grosso carico di legna che veniva trascinato a spalla dai montanari lungo i sentieri ripidi del bosco.

grund (mi grndi, grundt) - intr. gocciolare; essere madido di sudore.

grundna (grundni) - sf. grondaia, canale di gronda.

grp (CH) - sm. vedi gróp (CA).

grup (mi grupsi, grupt) - tr. fare nodi, annodare: grups chil! = annoda qui!

grupuls (grupulsa-grupulsi) - agg. nodoso, pieno di nodi; grumoso.

gualf (gualva-gualvi) - agg. piano, ben livellato.

guast (mi gusti, guastt) - tr. 1. guastare, rovinare. 2. abortire: la vca l guastt = la mucca ha abortito.

guastadsc - sm. vitello nato prematuro; individuo magro, misero e debole.

gut - sm. come guta.

guta (guti) - sf. baccello dei piselli o dei fagioli.

gubra (CA) - sf. sing. nuvolaglia, nuvolone / CH scighéra.

gdz - sm. padrino di battesimo o di cresima.

gdza (gdzi) - sf. madrina di battesimo o di cresima.

gud (mi gdi, gudǜt) - 1. intr. godere, sentir piacere. 2. tr. sfruttare appieno (un bene, un vestito).

gura (guri) - sf. guerra.

gursc (gurscia-gursci) (CA) - gursc (gurscia-gursci) (CH) - agg. guercio, orbo, strabico.

ggta (ggti) (CA) - ggta (ggti) (CH) - sf. forcina per i capelli.

gǜgia (gǜgi) - sf. ago per far calza o per cucire: nfil la gǜgia = infilare lago.

ggida (ggidi) - sf. gugliata.

ggiaŕl (gugiaŕi) - sm. agoraio.

ggn - sm. spillo.

gi - sm. vedi gi (CA).

gla (gli) - sf. vedi gla (CA).

gul (mi gli, gult) - intr. volare.

gularna (gularni) - sf. giogaia che pende sotto il collo dei bovini.

glp (CH) - sm. vedi glp (CA).

guls (gulsa-gulsi) - agg. goloso, ghiotto.

gm (mi gǜmi, gmt) - intr. trasudare, trapelare di un liquido dai pori di un corpo o da una fessura non chiusa ermeticamente: la bt la gǜma = la botte gocciola.

gumt - sm. gommista.

gmbet (CH) - sm. vedi gmbet (CA).

gumit (mi gmiti, gumitt) (CH) - intr. vomitare, rimettere.

gumitri (CH) - sm. 1. persona che si d arie eccessive (tanto da far venire il vomito). 2. il vomito stesso suscitato dalle persone di cui sopra.

gǜs - sm. guscio.

1)sa (gǜsi) - sf. scoiattolo.

2) gǜsa (gǜsi) - sf. 1. guscio, buccia. 2. vita: lasch la gǜsa = lasciarci la pelle.

gsmarn - sm. rosmarino.

gt (CH) - sm. vedi gt (CA).

gut (mi gti, gutt) - intr. gocciolare.

gta (CH) - sf. vedi gta (CA).

gǜz (gǜza-gǜzi) - agg. aguzzo; acuto, astuto, furbo (spesso ironico).