2.2.4. Pronomi

 

Troviamo nel dialetto tutti i tipi di pronomi della lingua italiana.

I pronomi personali in forma tonica (sia come soggetto che come complemento con preposizione) sono mi, ti, lü, l, nün, vitri (vtri a Castionetto), lur. Mi e ti si usano anche quando in italiano si ricorre a me e a te (fa cma mi, pr mi).

I pronomi personali in forma atona sono me, te, ghe (per la terza persona singolare e plurale e per la prima persona plurale) e ve per il complemento di termine; me, te, el, la, ghe, ve, i per il complemento oggetto.

A questi vanno aggiunte le particelle pronominali nella costruzione delle forme verbali tipiche dei dialetti settentrionali (detti anche forme soggettive proclitiche), che nel nostro dialetto sono presenti per la seconda (te) e la terza persona singolare (el/la), e per la terza persona plurale (i); assimilabile en per la prima persona plurale, che, tuttavia, si ritiene origini da una costruzione impersonale (come in italiano noi si mangia, o, in francese, on mange).

La particella atona se usata per costruire i verbi riflessivi e gli intransitivi pronominali, tranne con la prima persona singolare (me) e la seconda plurale (ve); la sola s aggiunta al verbo dorigine forma linfinito (lavs).

Sempre a se si ricorre per costruire le forme impersonali di verbi intransitivi o transitivi senza oggetto espresso (se ringa, se mr); nei verbi senza soggetto la particella usata el (el píf).

Molto usate unite ai verbi le particelle pronominali di valore neutro con possibile variazione e precisazione di significato del verbo: 1) la, enclitica nellinfinito (fla) e nellimperativo (mngela); 2) ghe, che nellinfinito e nellimperativo diventa -ch enclitico, come avverbio di luogo o con valore indeterminato (avch); 3) en (ne con la terza persona singolare e plurale), enclitica nellinfinito e nellimperativo (fan). Frequente pure lunione delle varie particelle (fghela, vegnghen f).

Nella forma interrogativa si sente a volte il pronome usato encliticamente (cme vla?, cme stt?, tgnel?, vgnela u mga?), accanto alla forma pi comune (cme la va?, cme te st?, el tgn?, la vgn u mga?).

In disuso fra le giovani generazioni, ma un tempo frequente anche in famiglia, lallocutivo reverenziale o di cortesia nella seconda persona plurale v (v mma, v zu)

I pronomi atoni si combinano fra loro in diversi modi quando sono raggruppati e a volte subiscono una trasformazione. Si consideri la scheda 1 in fondo alla sezione.

I pronomi possessivi (o aggettivi possessivi sostantivati) sono m (femminile ma; plurale m sia maschile che femminile), t (ta; t), s (sùa; s - anche per la terza persona plurale), ns (anche al plurale; femminile: nsa-nsi), vs (anche al plurale; femminile: vsa-vsi). Sono usati per lo pi per indicare propriet (su en del m) o familiari (in particolare i genitori: cma i sta i t?).

Il pronome dimostrativo pi usato qustu/qustu (qusc al plurale; femminile: qusta-qusti), molto spesso troncato in qust/qust, con laggiunta degli avverbi chil o chi; altro dimostrativo qul/qul (plurale: qui; femminile: qula-quli), spesso accompaganto dagli avverbi gli o l.

Pi consistente, come in italiano, il numero di pronomi indefiniti singolativi (n, quaiǜn, vergt, tru), collettivi (ognǜn, tt), negativi (nesǜn, negt), quantitativi (puch, trp, tant). Molti sono difettivi del plurale o del femminile; sono presenti molte varianti e alternative (ad esempio quaics o vergta per vergt).

Il solo pronome relativo che, non essendo previsto luso di frasi con il pronome relativo come complemento indiretto (in italiano: a cui, del quale, etc.); per il complemento di stato in luogo + relativo si ricorre allavverbio da (come in italiano dove) preceduto o meno da en: el cast (en) da gh dint i cugi. A volte si usa chi come pronome doppio dimostrativo (o indefinito) + relativo (chi l stǜdia, l prums); spesso, tuttavia, il pronome relativo che viene espresso, anche unito a chi nella forma chca (chca l stdia, l prums; ghel dsi a chi ch el me par).

Pronomi interrogativi sono chi, csa, qul, qunt.

 

Nel vocabolario i pronomi sono indicati con le sigle pron. pers., pron. poss., pron. dimostr., pron. indef., pron. interr.



SCHEDA 1 - Pronomi


In presenza di uno o pi pronomi atoni nella costruzione delle forme verbali, risulta spesso difficoltosa e in parte discrezionale o legata allabitudine derivante dalluso della lingua italiana la divisione fra un pronome e laltro (e leventuale uso dellapostrofo), fermo restando il suono dellespressione. Inoltre esistono varianti con lo stesso significato, anche non riconducibili alle differenze fra le parlate dei due paesi. Per questo motivo nel vocabolario non sono riportate tutte le varianti dei pronomi atoni che compaiono nello schema seguente, che si propone con qualche cautela. Per maggiore chiarezza sono evidenziate in colore diverso le diverse funzioni dei pronomi:

in rosso la particella pronominale tipica dei dialetti del nord;

in blu il complemento oggetto;

in verde il complemento di termine.


con un solo pronome in italiano (atono)

 

mi mangi

ti te mnget

l el mngia (#)

l la mngia

nn en mngia

vitri (*) mang

lur i mngia

mi el mngi

ti tel mnget

l el la mngia - l i la mngia

l i la mngia

nn (en) mel mngia ()

vitri el mang

lur i la mngia

mi la mngi

ti te la mnget

l el la mngia - lu i la mngia

l i la mngia

nn (en) me la mngia

vitri la mang

lur i la mngia

IO (etc.) MANGIO

IO (etc.) LO MANGIO

IO (etc) LA MANGIO

 

mi i mngi

ti ti mnget

l i a mngia

l i a mngia

nn (en) mi mngia

vitri i mang

lur i a mngia

mi i mngi

ti ti mnget

l i a mngia

l i a mngia

nn (en) mi mngia

vitri i mang

lur i a mngia

mi en mngi

ti t en mnget

l el ne mngia - l i ne mngia

l la ne mngia - l i ne mngia

nn (en) men mngia

vitri en mang

lur i ne mngia

IO (etc) LI MANGIO

IO (etc) LE MANGIO

IO (etc) NE MANGIO

 

mi me dsi (=rifl.)

mi te dsi

mi ghe dsi (A LUI)

mi ghe dsi (A LEI)

mi ghe dsi (A NOI)

mi ve dsi

mi ghe dsi (A LORO)

ti te me dset

ti te se dset (=rifl.)

ti te ghe dset (A LUI)

ti te ghe dset (A LEI)

ti te ghe dset (A NOI)

ti ---------

ti te ghe dset (A LORO)

l el me dis

l el te dis

l el se dis (=rifl.) (A S)

l el ghe dis (A LUI)

l el ghe dis (A LEI)

l el ghe dis (A NOI)

l el ve dis

l el ghe dis (A LORO)

l la me dis

l la te dis

l la ghe dis (A LUI)

l la se dis (=rifl) (A S)

l la ghe dis (A LEI)

l la ghe dis (A NOI)

l la ve dis

l la ghe dis (A LORO)

IO MI (etc) DICO

TU MI (etc) DICI

EGLI MI (etc) DICE

ELLA MI (etc) DICE

 

nn ----

nn en te dis

nn en ghe dis (A LUI)

nn en ghe dis (A LEI)

nn en se dis (=rifl) (A NOI)

nn en ve dis

nn en ghe dis (A LORO)

vitri me dis

vitri ----

vitri ghe dis (A LUI)

vitri ghe dis (A LEI)

vitri ghe dis (A NOI)

vitri ve dis (=rifl)

vitri ghe dis (A LORO)

lur i me dis

lur i te dis

lur i ghe dis (A LUI)

lur i ghe dis (A LEI)

lur i ghe dis (A NOI)

lur i ve dis

lur i se dis (=rifl) (A LORO STESSI)

lur i ghe dis (A LORO)

NOI TI (etc) DICIAMO

VOI MI (etc) DITE

ESSI MI (etc) DICONO

 


con due pronomi in italiano (atoni)

 

mi mel dsi

mi tel dsi

mi ghel dsi (A LUI)

mi ghel dsi (A LEI)

mi -------

mi vel dsi

mi ghel dsi (A LORO)

mi me la dsi

mi te la dsi

mi ghe la dsi (A LUI)

mi ghe la dsi (A LEI)

mi -------

mi ve la dsi

mi ghe la dsi (A LORO)

mi mi du

mi ti du

mi ghi du (A LUI)

mi ghi du (A LEI)

mi ----

mi vi du

mi ghi du (A LORO)

IO ME (etc) LO DICO

IO ME (etc) LA DICO

IO ME (etc) LI/LE DO

 

ti te mel dset

ti te sel dset

ti te ghel dset (A LUI)

ti te ghel dset (A LEI)

ti te ghel dset (A NOI)

---------

ti te ghel dset (A LORO)

ti te me la dset

ti te se la dset

ti te ghe la dset (A LUI)

ti te ghe la dset (A LEI)

ti te ghe la dset (A NOI)

---------

ti te ghe la dset (A LORO)

ti te me i d - ti ti mi d

ti te se i d - ti ti si d

ti te ghe i d - ti ti ghi d (A LUI)

ti te ghe i d - ti ti ghi d (A LEI)

ti te ghe i d - ti ti ghi d (A NOI)

-------

ti te ghe i d - ti ti ghi d (A LORO)

TU ME (etc) LO DICI

TU ME (etc) LA DICI

TU ME (etc) LI/LE DAI

 

l el mel dis - l i mel dis

l el tel dis - l i tel dis 

l el sel dis - l i sel dis (A S)

lu el ghel dis - l i ghel dis (A LUI) 

l el ghel dis - l i ghel dis (A LEI)

l el ghel dis - l i ghel dis (A NOI)

l el vel dis - l i vel dis

l el ghel dis - l i ghel dis (A LORO)

l el me la dis - l i me la dis

l el te la dis - l i te la dis 

l el se la dis - l i se la dis (A S)

lu el ghe la dis - l i ghe la dis (A LUI)

l el ghe la dis - l i ghe la dis (A LEI)

l el ghe la dis - l i ghe la dis (A NOI)

l el ve la dis - l i ve la dis 

l el ghe la dis - l i ghe la dis (A LORO)

l el mia da - l i mia da

l el tia da - l i tia da

l el sia da - l i sia da (A S)

lu el ghia da - l i ghia da (A LUI)

l el ghia da - l i ghia da (A LEI)

l el ghia da - l i ghia da (A NOI)

l el via da - l i via da

l el ghia da - l i ghia da (A LORO)

EGLI ME (etc) LO DICE

EGLI ME (etc) LA DICE

EGLI ME (etc) LI/LE DA

 

l la mel dis - l i mel dis

[come egli]

ELLA ME (etc) LO DICE

 

nn ----

nn en tel dis

nn en ghel dis (A LUI)

nn en ghel dis (A LEI)

nn en sel dis

nn en vel dis

nn en ghel dis (A LORO)

nn ----

nn en te la dis

nn en ghe la dis (A LUI)

nn en ghe la dis (A LEI)

nn en se la dis

nn en ve la dis

nn en ghe la dis (A LORO)

nn ----

nn en ti da - nn en te i da

nn en ghi da - nn en ghe i da (A LUI)

nn en ghi da - nn en ghe i da (A LEI)

nn en si da - nn en se i da 

nn en vi da - nn en ve i da 

nn en ghi da - nn en ghe i da (A LORO)

NOI TE (etc) LO DICIAMO

NOI TE (etc) LA DICIAMO

NOI TE (etc) LI/LE DIAMO

 

 

uso enclitico delle forme atone

mngel - IMPERATIVO

mngetel - IMPERATIVO

mangven - IMPERATIVO

mngel mga - IMPERATIVO NEGATIVO

mangil - INFINITO

fghela - INFINITO

 

 

 

(#) Ovviamente anche l l mngia; non sono state indicate nelle tabelle variazioni di questo tipo.

(*) In tutte le tabelle si utilizzato il pronome vitri e non la versione di Castionetto vtri.

() Significa che en pu essere omesso; in questi casi si preferito non riportare per esteso le due varianti.

(=rifl.) Corrisponde alla forma propria dei verbi riflessivi (anche se queste espressioni sono forme di riflessivo apparente).